Nuotatore, contorsionista e acrobata...

Derattizzazione

UN PROBLEMA DALLE ORIGINI ANTICHE.

 I topi da sempre sono dei fastidiosi coinquilini della comunità umana: basta sfogliare i libri di storia per rendersi conto dei problemi da essi arrecati alle scorte di cibo e del ruolo da essi svolto nella trasmissione di alcune malattie, quali ad esempio la peste. Dalla “rivoluzione industriale” in poi le estese reti fognarie e la costante disponibilità di cibo – spesso costituito da rifiuti - hanno fatto delle città un ambiente ottimale nel quale i topi possono vivere e prosperare. Occorre tenere presente che nelle città sono presenti almeno 3 diverse specie, diverse tra loro sia per forma che per abitudini: il ratto delle fogne, il ratto nero ed il topolino domestico.


Il ratto delle fogne (Rattus norvegicus):

Non solo il più diffuso dei tre ma anche il più grosso, potendo pesare fino a mezzo chilo; mangia di tutto, ma specialmente alimenti di origine animale, e frequenta reti fognarie e zone nelle quali vi sia disponibilità di rifiuti. È molto agile: è un buon nuotatore e saltatore; scava tane sotterranee, specialmente in zone incolte, e vive spesso in gruppi numerosi. È considerato la specie più pericolosa come potenziale vettore di malattie.

Il ratto nero (Rattus rattus):

Più piccolo del precedente e non supera i 300 g di peso; si nutre soprattutto di granaglia, frutta, noci e nocciole. È un buon arrampicatore ed è capace di spostarsi agevolmente su cavi elettrici e fili del telefono: grazie ad essi riesce ad introdursi in soffitte, sottotetti e solai in cerca di cibo, ma anche a salire sugli alberi, con una predilezione per quelli da frutto. I danni principali sono quelli legati al consumo delle derrate alimentari ed alla loro contaminazione causata dai propri escrementi. 

Il topolino domestico (Mus musculus):

Il più piccolo dei tre, non superando i 30 g di peso. In compenso è molto adattabile e resistente ed ama insediarsi nelle abitazioni umane, dove si installa di solito al pianterreno, benché sia in grado di raggiungere i piani alti ed i solai. Mobilia inutilizzata, buchi nei muri, tubazioni e cavità in genere vengono foderate di materiali morbidi e caldi reperiti nell’ambiente ed utilizzati come tana. Fortunatamente di rado costituisce veicolo di malattie.

Approfitta subito dello sconto facebook

CHIAMA SUBITO PER UN PREVENTIVO GRATUITO! POTRAI RISPARMIARE FINO AL 30% IN MENO SUI PREZZI DI LISTINO

TEL. 080 535 45 83

WHATSAPP LIVE CHAT: 335 670 10 85

Copyright © 2015 - Nuova Delta 52 S.r.l.